Servizio Bar

  • A TUTTI GLI ISTITUTI SECONDARI SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI MILANO
  • ALL'UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI MILANO - Via Ripamonti, 85 - 20141 – Milano
  • ALL’AMM. PROVINCIALE DI MILANO (Settore Programmazione Educativa) – Via Soderini, 24 - 20146 Milano
  • AL COMUNE DI GORGONZOLA  -  Via Italia, 62 - 20064 Gorgonzola (MI)
  • ALL'ASL DI MELZO - Via Mantova, 10 - 20066 Melzo (MI)
  • AL COMUNE DI PESSANO CON BORNAGO
  • AL COMUNE DI MELZO
  • AL COMUNE DI CASSINA DE’ PECCHI
  • AL COMUNE DI GESSATE
  • AL COMUNE DI BUSSERO
  • AL COMUNE DI POZZUOLO MARTESANA
  • AL COMUNE DI BELLINZAGO LOMBARDO
  • AL COMUNE DI CERNUSCO SUL NAVIGLIO
  • ALL’ ALBO
AI SINDACATI:
  • GILDA – Via Paganini, 3 - 20131 Milano
  • CGIL – C.so Di Porta Vittoria, 43 - 20122 Milano
  • CISL - Via Tadino, 23 - 20124 Milano
  • UIL - Via Campanini, 7 -  20124 Milano
  • SNALS - Via Pisacane, 1 - 20129 Milano
Oggetto: gara d'appalto per l'assegnazione della gestione del servizio bar e dei distributori automatici di bevande calde/fredde e snack dolci e salati all'interno degli Istituti “G.Marconi” e “Argentia” Gorgonzola. 
Gli Istituti “ G. Marconi “ e “ Argentia “, avendo stipulato un accordo di rete per l'assegnazione della gestione del servizio bar e dei distributori di bevande calde/fredde e snack all'interno degli Istituti con capofila Istituto “G. Marconi”,  trasmettono in allegato copia del bando della gara d'appalto approvato con delibere: N° 8 del 27/03/2012 Istituto “ G. Marconi” e del 29/03/2012 Istituto “ Argentia”.
La presente viene trasmessa con preghiera di affissione all'Albo e di consegna della medesima al gestore del bar di codesti Istituti. 
DISCIPLINARE DI GARA
GARA PER L'ASSEGNAZIONE DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO BAR E DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI BEVANDE CALDE, FREDDE E SNACK DOLCI E SALATI PRESSO LA SEDE DI GORGONZOLA
CAPITOLATO
 
PREMESSA
Gli Istituti hanno attualmente una popolazione studentesca di circa 1600 allievi e 250 dipendenti. All'interno dell'edificio si trovano spazi (intesi come locali e loro pertinenze) adibiti a bar, dotati dei relativi impianti ed attrezzature fissi, di proprietà dell'Amministrazione Provinciale (di seguito, più brevemente, denominata A.P.).
Il posizionamento dei distributori automatici  è quello attualmente presente, ( N° 6 corridoio adiacente il BAR – N° 4 nell’atrio ingresso dell’Istituto Marconi e N° 2 ubicate al 1° e 2° Piano del medesimo Istituto + 1 distributore aula insegnanti Istituto Argentia) salvo la facoltà delle scuole di individuare successivamente altri spazi idonei.
I prodotti alimentari dovranno essere somministrati in applicazione del D L 155/97 denominato HACCP ed eventuali  successive integrazioni o modificazioni.
Articolo 1
OBBLIGHI A CARICO DELLE PARTI
Gli Istituti, non essendo proprietari degli spazi,degli impianti fissi e delle attrezzature relativi al servizio bar,non ne certificano l’idoneità e la conformità.
Informazioni specifiche vanno richieste agli uffici competenti dell’A.P.
Sono a carico dell' A.P.: arredo fisso del bar costituito da N° 1 Lavello in acciaio inox da 2,00 m X 0,70 m; N° 2 Tavoli di acciaio inox da 1,30 m X  0,70 m ; N° 1 Tavolo da 2,00 m X 0,70 m ), fornitura dell'acqua potabile, dell'energia elettrica, del riscaldamento, la manutenzione straordinaria dello stabile (pavimenti, soffitti, pareti, impianto elettrico etc.)
Sono a carico del Gestore:
la fornitura di arredi adeguati, le attrezzature necessarie all'espletamento del servizio. Resta inteso che le attrezzature messe a disposizione dal gestore, alla conclusione dell'appalto rimarranno di sua proprietà.
la pulizia delle attrezzature, stoviglie, arredi ed i locali bar.
la tinteggiatura del locale di preparazione da effettuarsi entro il 28 agosto di ogni anno della durata del contratto le spese telefoniche.
la manutenzione ordinaria delle attrezzature.
La tassa rimozione rifiuti.
E' a carico del Gestore la procedura per ottenere l'autorizzazione sanitaria.
E' ugualmente a carico del Gestore l'onere di richiedere ed ottenere ogni altra licenza/autorizzazione prevista dai regolamenti e dalle leggi per l'espletamento del servizio di cui al presente capitolato.
In particolare è a carico del gestore la valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori ai sensi del D.L. 81/2008 della C.M. del Lavoro 102/95 e dei documenti emessi dalla Comunità Europea, nonché la normativa emanata in seguito che ha definito più in dettaglio particolari contenuti del documento di valutazione dei rischi ed è a suo carico provvedere all'adeguamento e alle segnaletiche ai sensi del D.L.81/2008 e successivi.
E' altresì a carico del gestore la redazione e l'applicazione del manuale di autocontrollo HACCP, per la specifica attività svolta, disposto dal D.lg.155/1997 e successive integrazioni e modificazioni.
Oltre all'osservanza di tutte le norme specificate nel presente capitolato, il Gestore ha l'obbligo di osservare tutte le disposizioni derivanti dalle norme in vigore o che possano venire eventualmente emanate durante il corso del contratto (comprese le norme regolamentari e le ordinanze ministeriali). In caso di risoluzione del contratto, nessun indennizzo verrà corrisposto al Gestore. Gli spazi, gli impianti e le attrezzature saranno utilizzati dal Gestore con cura. Il Gestore consentirà che gli studenti degli istituti consumino, nell'ambito degli spazi consentiti, (esclusivamente negli orari della sua apertura) generi acquistati al bar. Il Servizio bar non può comportare nessun tipo di onere e responsabilità per  gli Istituti.
Gli Istituti sono sollevati da qualsiasi responsabilità in caso di furti e atti vandalici di ignoti che possano
danneggiare il materiale del concessionario, che dovrà ripristinare comunque il servizio al più presto.
Il gestore si impegna ad esporre il listino prezzi dei generi obbligatori.
 
Articolo 2
SERVIZIO OGGETTO DELLA GARA
Il servizio oggetto della gara è l'organizzazione e la gestione del servizio bar, l'installazione e la manutenzione dei distributori automatici.
Gli erogatori devono essere muniti di chiavetta o affini , a disposizione dei fruitori del servizio, dietro versamento di cauzione.
Gli utenti accedono a detti servizi sulla base di scelte del tutto individuali.
Gli Istituti non garantiscono nessun flusso minimo per il servizio bar.
 
Articolo 3
MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA
L'offerta dovrà essere fatta pervenire a pena d'esclusione a, entro le ore 12,00 del giorno 27 aprile 2012 all'ISTITUTO “ G. MARCONI ”  - Via Adda, 10 - 20064 Gorgonzola ( MI), presso l’Ufficio Protocollo in Segreteria Didattica, primo piano.
Il plico dovrà riportare l'indirizzo corretto e la dizione "GARA APPALTO SERVIZIO BAR E DISTRIBUTORI AUTOMATICI" e l'indicazione della ditta concorrente.
 Il plico dovrà contenere :
• Una prima busta interna chiusa, sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, con la scritta esterna - OFFERTA ECONOMICA - che dovrà contenere, a pena di esclusione: 1. L'offerta economica (Allegato “A”) sottoscritta con firma autografa.
Per l'offerta si dovrà utilizzare il modello fornito dall'Istituto ( Allegato “A” in tutte le sue parti) che dovrà essere compilato integralmente in ogni sua parte.
La non completezza dell'offerta comporterà l'esclusione dalla gara. Non verranno prese in considerazione offerte nelle quali sono presenti grammature diverse o volumi diversi da quelli indicati nell'allegato” A”.
I prezzi dell’offerta devono essere omnicomprensivi e devono tener conto di ogni onere a carico del Gestore e dell’I.V.A.
La mancata indicazione del prezzo per uno o più prodotti comporterà l'esclusione dalla gara.
• Una seconda busta interna, sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, con la scritta esterna - DOCUMENTAZIONE - che dovrà contenere, a pena di esclusione, le seguenti dichiarazioni rilasciate con le forme di cui al D.P.R. N°  445/2000  e N° 183 del 14 novembre 2011.
numero e data di iscrizione alla Camera di Commercio non anteriore ai tre mesi (se il Gestore è società di fatto, società semplice, società in accomandita semplice o persona fisica dovranno essere indicati nome, cognome e partita IVA della persona responsabile)
che la Ditta non si trovi in stato di fallimento, liquidazione, amministrazione controllata, concordato preventivo e che non siano in corso procedimenti finalizzati alla dichiarazione di una di tali situazioni ovvero versi in stato di sospensione dell'attività commerciale
che la Ditta non sia stata oggetto di procedimenti di dichiarazione di fallimento, di liquidazione coatta o di amministrazione controllata, di concordato preventivo
che non sia stata pronunciata nei confronti del titolare/legale rappresentante condanna per reati relativi alla condotta professionale, con sentenza passata in giudicato ovvero con sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell'art. 444 del Codice di procedura penale
che la Ditta sia in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali conformemente alle disposizioni vigenti alla data di presentazione dell'offerta
che la Ditta sia in regola con gli obblighi relativi al pagamento delle imposte e delle tasse previste dalla normativa vigente alla data di presentazione dell'offerta
che il titolare/legale rappresentate non si sia reso gravemente colpevole di false dichiarazioni
di avere preso visione del capitolato
di aver visitato gli spazi relativi al servizio bar e di aver preso atto del loro stato. Si comunica che dal 5 al 10 aprile 2012 gli Istituti rimarranno chiusi per le festività pasquali.
di aver preso visione della collocazione dei distributori automatici di bevande e alimenti
di aver preso atto dello stato e della consistenza degli impianti e delle attrezzature di proprietà dell’A.P. e di prendere in carico e di assumersi gli oneri relativi alla manutenzione e, se necessario, della loro sostituzione, in tale caso il gestore provvederà alla sostituzione formale di quelli obsoleti per consentire all’Ente proprietario lo scarico dei beni mobili.
di accettare il suddetto capitolato
di rispettare il sistema di controllo di '"Analisi dei Rischi e Controllo dei Punti Critici, introdotto in Italia dal D.Lgs. 155/97 e successive integrazioni e modificazioni.
di essere a conoscenza che la popolazione scolastica può subire oscillazione negativa
di avere assunto ogni informazione circa l'indennità d'uso dovuta all'A.P. (suo ammontare, modalità del suo pagamento, della sua rivalutazione)
che non ricorrano le condizioni di limitazione alla partecipazione alla gara previste dalla vigente normativa in materia di prevenzioni della delinquenza di tipo mafioso (legge 575/65 e successive integrazioni e modificazioni)
di non essere dipendenti ovvero parenti o affini di dipendenti delle scuole indicate in premessa
di impegnarsi a stipulare una polizza assicurativa per un massimale non inferiore a 2.500.000,00 Euro per danni che dovessero derivare a terzi, cose e a persone, in relazione all'espletamento dell'attività di cui al capitolato.
 
Il mantenimento dei prezzi fissati all'inizio attività, salvo revisione ISTAT dei prezzi al consumo per le
famiglie di operai e impiegati. I prezzi, comunque saranno arrotondati a €. 0,05 nel modo seguente:
(0,01- 0,02 - 0,03 = 0,00 ); (0,04 - 0,05 - 0,06 - 0,07 = 0,05 ) ; ( 0,08 - 0,09 = 0,10 ). L'offerta  
pervenuta entro il termine perentorio sopra indicato si considera irrevocabile per 90 giorni dalla data di
scadenza del termine per la sua presentazione. Si avverte che non è ammesso il riferimento  a documenti
presentati in precedenza per la stipulazione di altri contratti o la partecipazione ad altre gare.
 
Gli Istituti sono esonerati da ogni responsabilità per eventuali ritardi o errori di recapito. Le offerte pervenute in ritardo, ancorché aggiuntive, migliorative o sostitutive di altra presentata in tempo utile, saranno considerate nulle e quindi non saranno aperte, ma conservate agli atti.
Le offerte redatte in modo imperfetto, condizionate e comunque non conformi alle prescrizioni del presente capitolato, saranno considerate nulle. In mancata osservanza delle modalità richieste per la compilazione dell’offerta, la mancata trasmissione di quanto richiesto, la presentazione di dichiarazioni non veritiere, comportano l’automatica esclusione dalla gara.
 
Articolo 4
COMPARAZIONE DELLE OFFERTE e AGGIUDICAZIONE
Per l'aggiudicazione sarà costituita una Commissione composta da personale di entrambi gli Istituti.
La data di apertura delle buste è fissata per il giorno 03/05/2012 alle ore 14.00 nell'Ufficio del D.S. presso l’Istituto “G. Marconi “ di Gorgonzola - Via Adda 10,  alla presenza della Commissione.
Alla loro apertura potranno assistere tutti coloro che hanno partecipato alla gara.
 
AGGIUDICAZIONE
Si procederà all'aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta pervenuta.
La valutazione della migliore offerta verrà effettuata sulla base dei seguenti criteri:
 
migliore offerta punti
Verrà effettuata la somma dei prezzi singoli del listino presentato(Allegato “A”),moltiplicati per il coefficiente;
Si sommeranno i valori così ottenuti ( risultati delle moltiplicazioni).
Si dividerà il valore per il N° dei generi obbligatori ( bar   +   distributori) ,
pari a N° 74 prodotti
Verrà stilata una graduatoria in base alla quale al valore migliore più basso si assegna 95 punti.
       Alle altre offerte verranno assegnati punteggi
       proporzionalmente decrescenti secondo
       la formula :
 
off 95 X offerta migliore
                                 offerta proposta
95

Certificazione di qualità punti
Sarà valutata il possesso della certificazione di qualità EN ISO     9001/2000 o successive (copia del certificato con   relativi aggiornamenti).
2
Referenze punti
 Ad ogni attestato di referenza che esprima parere
 positivo sul servizio erogato dalla ditta all'interno di  
 Istituti Scolastici o altro ente pubblico (negli ultimi 5  anni) verrà assegnato 1/2 punto. Non sarà possibile assegnare comunque più di 1/2 punto in caso di più attestati riferiti ad un unico Istituto. Il massimo punteggio assegnabile relativamente a tutti gli attestati è pari a punti 3. Le referenze devono essere firmate dal  Dirigente Scolastico in originale. Sono accolte e
 valutate esclusivamente le referenze che riguardano
 congiuntamente entrambi i servizi richiesti: bar e 
 distributori automatici di bevande e alimenti.
3

Le offerte saranno esaminate dalla Commissione e l’aggiudicazione della gara sarà pubblicata all’Albo pretorio del sito dell’Istituto “G. Marconi” (www.marconigorgonzola.it) il  10/05/2012. 

Articolo 5
DOCUMENTAZIONE DA PRODURRE ALL'AGGIUDICAZIONE
Il Gestore, sia nel caso di impresa individuale, sia nel caso di società, è tenuto a produrre, entro 10 giorni da quando abbia avuto conoscenza dell'aggiudicazione, i seguenti documenti, in mancanza dei quali non potrà procedersi né alla stipulazione del contratto né all'avvio del servizio:
Se trattasi di Ditta individuale: certificato di iscrizione alla Camera di Commercio Industria Artigianato
Agricoltura dal quale risulti nome, cognome, luogo e data di nascita del titolare abilitato a impegnarsi e a quietanzare in nome e per conto della Ditta e che la Ditta stessa è nel pieno e libero esercizio di tutti i suoi diritti
 
Se trattasi di Società: certificato rilasciato dalla Cancelleria del Tribunale dal quale risulti quanto indicato al
punto 1)
certificato generale del casellario giudiziario in data non anteriore ai tre mesi da quella fissata per la gara del Titolare dell'impresa per le imprese individuali, e del Rappresentate legale e dei soci per le società commerciali
DURC
certificato antimafia di tutti i titolari e o soci
certificato penale dei carichi pendenti
autorizzazione sanitaria
copia della polizza assicurativa con relativa ricevuta di pagamento del premio annuale
documento relativo al sistema HCCP
Articolo 6
GENERI EXTRA
Il Gestore può arricchire il servizio, mettendo in vendita generi non previsti nell'allegato “A “,previa consultazione e approvazione da parte dei Dirigenti Scolastici dei due Istituti. Il prezzo di tali generi (generi extra) sarà concordato tra il Gestore e i Dirigenti scolastici dei due Istituti. Esso è comunicato all'utenza mediante esposizione. E' fatto divieto assoluto al Gestore di vendere alcolici al banco Bar, così come introdurre nel locale del bar giochi di qualsiasi genere.
Articolo 7
ORARIO DEL SERVIZIO E CALENDARIO
ORARIO
L'orario di funzionamento del bar dal lunedì al venerdì è il seguente:
dalle 7,45 alle 8,15 - dalle 9,45  alle 12,15 - dalle 13,15  alle 14,30.
Al sabato: dalle 7,45 alle 8,15 - dalle 9,45 alle13,00.
Sono esclusi i giorni festivi e i periodi delle vacanze natalizie e pasquali o altri periodi di interruzione dell’attività didattica.
L'accesso per gli studenti è consentito soltanto al di fuori dell'orario delle lezioni
CALENDARIO
Il funzionamento del bar deve essere garantito in tutti i giorni feriali compresi i sabati dal 1/9/2012 al termine di tutte le operazioni connesse con gli esami di Stato.
Il controllo sul rispetto degli orari e del calendario è demandato ai  Dirigenti Scolastici dei due Istituti. L'orario del servizio potrà subire modesti aggiustamenti, tramite accordo tra la Presidenza e il Gestore, per variazioni introdotte nell'orario delle lezioni o delle attività pomeridiane (attività curricolari,corsi di recupero , ecc.), senza che ciò comporti per il gestore compensi aggiuntivi o indennizzi di sorta.
 
Articolo 8 INTERRUZIONE
Le interruzioni del servizio per cause di forza maggiore non danno luogo a responsabilità per entrambi le parti.
 
Articolo 9
 UTENTI
Possono usufruire del servizio :
le persone appartenenti agli Istituti: Studenti e personale scolastico;
i genitori occasionalmente presenti negli Istituti;
il personale temporaneamente in servizio presso gli Istituti;
il personale dell'A.P. ed EE.LL.
 
Articolo 10
DURATA DELL'APPALTO
Il Gestore deve garantire che l'espletamento del servizio di cui all'art.2  inizi il 1 settembre 2012. Il contratto decorre dalla data di inizio del servizio fino al 31 luglio 2015. Esso scade automaticamente, senza bisogno di disdetta, preavviso, diffida o costituzione in mora. E' esclusa ogni forma di rinnovo tacito.

 
Articolo 11

DIVIETO DI SUBAPPALTO E DI CESSIONE DEL CONTRATTO

Non è consentito il subappalto, nemmeno parziale, del servizio né la cessione totale o parziale, a qualsiasi titolo, del contratto.

 
Articolo 12
PERSONALE
Il Gestore si impegna al rispetto delle normative antinfortunistica e di tutela del personale  e produrre periodicamente DURC aggiornato. Inoltre il gestore è tenuto a presentare ai Dirigenti Scolastici dei due Istituti, all’inizio di ogni anno scolastico e al momento di eventuali variazioni, i nominativi degli addetti al servizio bar e distributori automatici, per autorizzarne l’ingresso a scuola anche in relazione a eventuali rischi interferenziali.
Si richiedono in considerazione del numero degli avventori ( 1850 circa tra alunni, docenti e personale ATA )non meno di 3  persone qualificate a tempo pieno per la preparazione e la somministrazione dei cibi e delle bevande +
eventualmente una quarta persona di supporto nelle ore di punta. Il numero del personale in servizio deve essere comunque commisurato alle effettive necessità, atto a garantire un servizio efficiente e di qualità .
I Dirigenti Scolastici dei due Istituti si riservano, in ogni caso, la facoltà di esprimere un giudizio di idoneità sul personale stesso, qualora si rivelasse inadatto per una normale conduzione del servizio.
 
Articolo 13
ONERI A CARICO DELLA DITTA APPALTATRICE
Oltre a quanto previsto in altri punti del capitolato, il Gestore si impegna a provvedere:
1. Alla fornitura del vestiario per tutto il personale addetto al servizio.
Al pagamento di tutte le imposte e tasse presenti e future, compresa la tassa per lo smaltimento dei rifiuti
All'assicurazione per i danni a cose ed a persone, nonché per la responsabilità civile verso terzi per un massimale non inferiore a 2.500.000,00
A tenere i registri fiscali a norma di legge.
All’osservanza delle norme fiscali che regolamentano la vendita dei prodotti.
Alla fornitura e al reintegro delle stoviglie del bar (piatti, bicchieri e simili).
All'acquisto, se necessario, delle attrezzature mobili e degli elettrodomestici
Alla pulizia degli ambienti, comprensivo dello spazio antistante (corridoio ubicazione distributori automatici), le vetrate e lo spazio esterno limitrofo,  prima e dopo il servizio, delle attrezzature fisse e mobili, delle stoviglie di cucina, bar, alla raccolta dei vuoti, dei rifiuti e allo smaltimento degli stessi.
Alla manutenzione ordinaria delle attrezzature e degli impianti.
Alla visita sanitaria per tutto il personale addetto al servizio di cui al presente capitolato.
Alle spese di registrazione ed altre legate al contratto, avvertito che si richiede la registrazione a tassa fissa.
Al versamento all'A.P. dell'indennità d'uso come previsto dalla delibera del Consiglio Provinciale e successivi aggiornamenti. Inoltre il Gestore è tenuto a rispondere in proprio dei danni arrecati (anche dall'utenza) agli spazi, agli impianti e alle attrezzature del servizio bar. Il Gestore deve segnalare tali danni all'A.P.
13. Alla predisposizione di un numero adeguato di contenitori per i rifiuti all'interno e nelle immediate vicinanze dei punti vendita garantendo la pulizia degli stessi.
14. Alla pulizia dei bagni collocati nello spazio antistante.
 
Articolo 14
RESPONSABILITA'
Il Gestore è responsabile, sia verso gli Istituti che verso terzi, dell'esecuzione del servizio assunto. Esso è pure responsabile dell'operato e del contegno dei dipendenti (nei confronti degli utenti) e degli eventuali danni che, dal personale o dai mezzi impiegati, possano derivare agli Istituti o a terzi.
 
Articolo 15
RISOLUZIONE DEL CONTRATTO
Il contratto di appalto si intenderà senz'altro risolto di diritto quando ricorre almeno una delle seguenti condizioni:
Abbandono dell'appalto, salvo che per forza maggiore
Ripetute contravvenzioni ai patti contrattuali e alle disposizioni di legge o regolamento relative al servizio
Contegno abituale scorretto verso gli utenti da parte del Gestore o del personale adibito al servizio
Quando la Ditta aggiudicataria si renda colpevole di frode ed in caso di fallimento
Ogni altra inadempienza o fatti qui non contemplati che rendano impossibile la prosecuzione dell'appalto, a termini dell'art.1453 del Codice Civile
Ritardato pagamento superiore a 30 gg del contributo economico agli Istituti.
Inadempienze da parte del Gestore in ordine al pagamento della indennità d’uso alla Provincia
 
Articolo 16
CONTROLLI
La vigilanza sui servizi compete per tutto il periodo di affidamento contrattuale ai Dirigenti Scolastici dei due Istituti  tramite controlli effettuati da Enti competenti.
Per la funzionalità delle ispezioni e dei controlli il Gestore è obbligato a fornire tutta la collaborazione necessaria, consentendo in ogni momento l'accesso agli spazi del servizio bar, fornendo tutti i chiarimenti eventualmente necessari e la documentazione relativa.
Sarà nominato un comitato di controllo, rappresentativo delle diverse componenti con il compito di verificare:
L'applicazione del capitolato (prezzi).
Controllo marche prescritte nell’allegato “A” e data di scadenza dei prodotti.
Il controllo del peso della farcitura.
Modalità di stoccaggio dei frigoriferi.
La temperatura dei frigoriferi.
La modalità di preparazione, conservazione e distribuzione di cibi e bevande.
Caratteristiche e modalità di impiego di detergenti e sanificanti.
Stato igienico degli impianti e degli ambienti.
Comportamento degli addetti nei confronti degli utenti.
Abbigliamento degli addetti.
Presenza (sempre) dei prodotti merceologici obbligatori al banco di somministrazione.
Controlli analitici sulla osservanza della manutenzione ordinaria dei locali. Inoltre si effettueranno prelievi di campioni alimentari e non ed il personale della gestione non deve interferire sulla procedura di controllo.
Gli incaricati al controllo non devono muovere alcun rilievo al gestore e/o ai suoi collaboratori, ma presentare relazione scritta e dettagliata sul controllo ai Dirigenti scolastici dei due Istituti.
 
Articolo 17
CONTESTAZIONI
Dirigenti Scolastici faranno  pervenire, anche autonomamente, al Gestore, per iscritto, le osservazioni e le contestazioni rilevate. Il Gestore, entro otto giorni dalla notifica della comunicazione, fornirà le controdeduzioni del caso. Qualora le controdeduzioni non vengano accolte dal Dirigente Scolastico, questi lo comunicherà per iscritto al Gestore che, entro otto giorni, dovrà uniformarsi alle prescrizioni.
 
Articolo 18
CONTRIBUTO A FAVORE DEGLI ISTITUTI
Il gestore dovrà corrispondere la somma di €. 5000,00 per l’Istituto “ G.Marconi ” ed  €. 5000,00  per l’Istituto “ Argentia ” da versare in un'unica rata con cadenza annuale entro e non oltre il 90° giorno dalla data di inizio effettivo del servizio, mediante bonifico bancario sul c/c degli Istituti.
 
Articolo 19
PENALI
Ove la ditta aggiudicataria non attenda a tutti gli obblighi indicati nella convenzione, ovvero violi comunque le disposizioni della presente convenzione, è tenuta al pagamento di una penale da Euro 100,00 a Euro 450,00 da determinarsi in rapporto alla gravità dell'inadempienza o alla recidività. L'applicazione della penalità sarà preceduta da contestazione nelle forme previste dall'articolo 17 del capitolato.
Le penalità verranno versate sul c.c. intestato agli Istituti entro il termine indicato nell'atto di applicazione delle medesime, comunque non inferiore a giorni dieci.
 
Articolo 20
CAUZIONE E SPESE CONTRATTUALI
Tutte le spese di contratto, nonché ogni altra allo stesso accessoria e conseguente, sono a totale carico del Gestore.
 
Articolo 21
TUTELA DELLA PRIVACY
Ai sensi dell'art. 13 del D.L. 30/6/2003, n. 196, si informano i concorrenti che il trattamento dei dati personali da loro forniti per partecipare alla gara è finalizzato all'aggiudicazione dell'appalto, ai fini della formalizzazione del contratto e dell'esecuzione del servizio. I dati forniti potranno essere trattati anche successivamente, in caso di instaurazione del rapporto contrattuale, per le finalità inerenti alla esecuzione dei servizi previsti dal presente capitolato.
 
Articolo 22
INDICAZIONI SULLE MODALITA' DI PAGAMENTO
Il Gestore dovrà eseguire il servizio tenendo presente che il ritiro dell'ordinazione è regolato dal pagamento in contanti da parte dell'utenza. Il concessionario è tenuto al rispetto delle norme vigenti in materia.
 
Articolo 23
VENDITA ALCOLICI
E' fatto divieto assoluto al Gestore di vendere alcolici e super alcolici al banco bar.
 
Articolo 24
DIVIETO DI FUMO
E' fatto divieto di fumo secondo quanto stabilito dalla direttiva presidenziale del 14/12/1995 e dalla C.M. Sanità n.4/2001, in tutti i locali nei quali si possa accedere da parte della generalità degli amministrati e degli utenti senza formalità e senza bisogno di particolari permessi e quindi nei locali della mensa e del bar. Gli obblighi da parte del Gestore attengono all'esposizione di cartelli con l'indicazione del divieto, della norma che lo impone e delle sanzioni applicabili.
 
Articolo 25
CARATTERISTICHE QUALITATIVE DEGLI ALIMENTI
Tutti i prodotti somministrati devono essere di ottima qualità e di marche conosciute a livello nazionale, come espressamente indicato nell’allegato “A”. La preparazione deve avvenire nella stessa giornata del consumo. E’ vietata qualsiasi forma di utilizzo degli avanzi. La verdura fresca dovrà essere accuratamente lavata con l’utilizzo di mezzi idonei atti a ridurre o eliminare eventuali residui. E’ preferibile che la verdura sia di provenienza nazionale o comunitaria. L’olio da utilizzare dovrà essere extravergine di oliva, di produzione CEE preferibilmente italiana.
Su richiesta dell’utenza i prodotti obbligatori del bar ( pizzette, panini, focacce, piadine) dovranno essere riscaldati. Salumi e formaggi non devono contenere polifosfati aggiunti.
 
Articolo 26
DISPOSIZIONI PER FINE CONTRATTO
Alla fine del contratto, il Gestore deve restituire gli spazi, gli impianti e le attrezzature del servizio bar. La restituzione deve essere in linea con quanto riportato nel verbale di consegna e nell'inventario redatti alla stipula del contratto, salvo il normale deterioramento d'uso. In caso di ammanco di materiale , si conviene che il prezzo di ciascuno dei beni sarà determinato in base al valore inventariale tenuto conto del deterioramento dovuto all'uso. In caso di mancato accordo, la valutazione sarà demandata ad un perito scelto dalle parti o, in mancanza, nominato dal Tribunale di MILANO
 
Articolo 27
FORO COMPETENTE
Il foro competente per qualsiasi controversia è quello di Milano. 
 
Articolo 28
LOCALI E ATTREZZATURE
Per l’espletamento del servizio, il Gestore sarà dotato degli spazi, degli impianti fissi e delle eventuali attrezzature di proprietà dell’A.P. Il verbale di consegna e l’inventario verranno redatti contestualmente alla stipula del contratto.
Si consiglia  come da allegata piantina la divisione della zona bar dalla zona somministrazione panini, con  integrazione di arredi. E’ obbligatoria la  fornitura di tavoli (15) e sedie (60) per la consumazione.
In caso di modifiche rispetto all’attuale disposizione e dotazione di arredi, la ditta aggiudicataria presenterà il progetto di arredo che sarà esaminato contestualmente, e approvato dalle due Dirigenze. Per il locale di preparazione o cucina le attrezzature e i banchi devono necessariamente essere in acciaio inox a norma di legge. Le stoviglie, i bicchieri, i piatti e le suppellettili non devono essere logorate dall’uso e dal tempo ma nuove, di qualità e frequentemente sostituite. Le attrezzature come macchine da caffè, piastre per riscaldare panini, i grill, forni ed i vari elettrodomestici necessari devono essere di qualità, di provata efficienza e rispondenti alle reali esigenze dell’utenza.
 
Articolo 29
CONSERVAZIONE E DISTRIBUZIONE
La conservazione di insaccati, formaggi, salse, deve essere fatta a 4° C. E’ vietato utilizzare prodotti surgelati ( tranne le brioches) o surgelare i prodotti. La protezione di alimenti grassi ( salumi, formaggi, ecc…) deve avvenire con pellicola di alluminio idoneo al contatto con gli alimenti.
Ogni qualvolta viene aperto un contenitore in banda stagnata, il contenuto, se non viene immediatamente utilizzato, deve essere travasato in altro contenitore di vetro o di acciaio inox o di altro materiale non soggetto a ossidazione.
Gli alimenti non confezionati devono essere distribuiti mediante apposite pinze oppure devono essere contenuti in appositi involucri. Gli addetti alla distribuzione non devono manipolare denaro.
 
ALLEGATO A
Il presente Allegato, composto da 3 pagine, deve essere compilato obbligatoriamente in ogni sua voce pena l'esclusione dalla gara.
Elenco dei prodotti di prima qualità:
 
ALLEGATO A - 1a
PRODOTTI OBBLIGATORI BAR 

DESCRIZIONE DEI PRODOTTI
PESO / CAPACITA’
PREZZO
COEFF.
PREZZO
1
BEVANDE CALDE
Caffè espresso
gr. 7
 
4
2
Caffè decaffeinato
gr. 7
 
1
3
Caffè d'orzo espresso
gr. 7
 
1
4
Caffè marocchino
gr. 7
 
2
5
The (1 tazza - bustina da 1,5 gr)
 
 
1
6
Latte
cc. 200
 
1
7
Cioccolata
cc. 166
 
2
8
Cappuccino
cc. 170
 
4
9
BEVANDE FREDDE
Acqua minerale naturale e frizzante
50 cl
 
4
10
Bibita in lattina (Coca Cola)
33 cl
 
2
11
Bibita in lattina (diversi tipi)
33 cl
 
2
12
The pesca/limone in lattina
33 cl
 
2
13
 
The pesca/limone in bottiglia
50 cl
 
2
14
Succo di frutta
125 ml
 
2
15
Yogurt bianco
125 ml
 
2
16
Yogurt alla frutta
125 ml
 
2
17
SNACK
Snickers
gr 50
 
2
18
Mini Ritz Saiwa
gr 50
 
2
19
Kit Kat Nestlè
gr 45
 
2
20
Kinder Bueno Ferrero
gr 43
 
2
21
Wafer Loacker
gr 45
 
2
22
BRIOCHES
Surgelate da 70 gr con
Brioches con crema
 
 
2
23
Brioches con cioccolato
 
 
2
24
Brioches con marmellata
 
 
1
25
Brioches vuota
 
 
1

ALLEGATO A - 1b
PRODOTTI OBBLIGATORI BAR

DESCRIZIONE PRODOTTI
PESO FARCITURA
PREZZO
COEFF. PREZZO
1
PANINO FRESCO DI PANIFICIO DA 70 gr. con
Prosciutto cotto
40 gr
 
4
2
Prosciutto crudo
40 gr
 
4
3
Salame
40 gr
 
3
4
Speck
40 gr
 
4
5
Pancetta
40 gr
 
3
6
Coppa
40 gr
 
3
7
Mortadella
40 gr
 
2
8
Formaggio
40 gr
 
2
9
PANINO FRESCO DI PANIFICIO DA 100 gr con
Mozzarella e pomodoro
40 gr + 30 gr
 
3
10
Prosciutto cotto pomodoro e insalata
70 gr totale
 
3
11
Tonno e pomodoro
70 gr totale
 
2
12
Speck e brie
40 gr + 30 gr
 
3
13
Cotoletta di pollo e maionese
100 gr + 10 gr
 
3
14
PIADINA DA 100 gr con
Formaggio e verdure
40 gr + 30 gr
 
3
15
Prosciutto cotto e formaggio
40 gr + 30 gr
 
3
16
Prosciutto crudo e formaggio
40 gr + 30 gr
 
3
17
Speck e formaggio
40 gr + 30 gr
 
3
18
FOCACCE, PIZZETTE,
ecc. FRESCHE DI PANIFICIO
 
 
FOCACCIA vuota tonda da 100 gr
 
 
4
19
FOCACCIA con olive da 100 gr
 
 
3
20
FOCACCIA da 100 gr con prosciutto cotto e formaggio
40 gr + 20 gr
 
3
21
FOCACCIA da 100 gr con salame e formaggio
40 gr + 20 gr
 
3
22
PIZZETTA da 100 gr con pomodoro e mozzarella ( Base pizza + farcitura = 150 gr )
50 gr
 
3
23
PIZZETTA da 150 gr con pomodoro, mozzarella e cotto ( Base pizza + farcitura = 260 gr )
80 gr + 30 gr 
 
4
24
PIATTO FREDDO
con
AFFETTATO MISTO ( crudo, cotto, salame, pancetta)
80 gr + 50 gr di pane
 
3
25
VERDURE GRIGLIATE ( zucchine, melanzane ecc)
150 gr + 50 gr di pane
 
3

Marche dei prodotti da utilizzare al bar:

Prosciutto crudo ( Parma, San Daniele, Ferrarini) - Prosciutto cotto( Rovagnati, Ferrarini, Raspini) - Coppa( Piacentina DOP, Gualerzi di Parma) - Salamino ( Negronetto Casa modena, Galbanetto Galbani ) - Pancetta (Gualerzi di Parma, Piacentina DOP ) - Mortadella ( Bologna, Casa modena) - Speck ( Sudtiroler speck, Sanfter Alto Adige).

Formaggi: Galbani, Invernizzi, Prealpi, Cademartori, Locatelli, Polenghi, Mauri, Edamer, Président.
Caffè: Illy, Lavazza, Mauro, Kimbo, Hag (per decaffeinato).
Succhi di frutta: Zuegg, Yoga, Derby.
Acqua: Levissima, Ferrarelle, Boario, Norda, Sant’Anna, San Benedetto, Sant’ Antonio, Vera
Tea: Twining, Lipton, Star, Estathè, Nestlè.
Cioccolata: Royal, Cameo, Nestlé, Perugina.
Latte fresco pastorizzato di giornata: Granarolo, Centrale del Latte di Milano, Parmalat, Latte Milano.
Tonno: Rio Mare, Nostromo, Star, Alco.
Maionese: Craft, Calvè - Yougurt: Granarolo, Danone, Parmalat, Yomo, Centrale del Latte di Milano.
Farcitura per toast, focacce, panini: Ponti, Polli. - Passata di pomodoro: Mutti, Cirio, De Cecco.
Bibite: Coca Cola, Fanta, Sprite, Recoaro, Crodo, San Pellegrino.
 
ALLEGATO A - 1c
PRODOTTI OBBLIGATORI BEVANDE CALDE, FREDDE E SNACK DISTRIBUTORI AUTOMATICI
DESCRIZIONE PRODOTTI
PESO / CAPACITA’
PREZZO
COEFF.
PREZZO
1
BEVANDE CALDE
CAFFE' espresso
 
 
4
2
CAFFE' espresso LUNGO
 
 
2
3
CAFFE' DECAFFEINATO
 
 
2
4
CAPPUCCINO
 
 
2
5
CIOCCOLATA Una tazza
 
 
2
6
THE
 
 
2
7
LATTE INTERO
 
 
1
8
LATTE MACCHIATO
 
 
2
9
BEVANDE FREDDE
BOTTIGLIETTA ACQUA (gassata e non)
 50 cl
 
4
10
THE AL LIMONE - ALLA PESCA
33 cl
 
2
11
BIBITE (COCA COLA – ARANCIATA FANTA)
33 cl
 
2
12
SNACK
SALATINI FONZIES NON FRITTI
gr 23,5
 
2
13
SUCCHI DI FRUTTA
200 ml
 
2
14
CONF. BISCOTTI RINGO PAVESI
gr 55
 
2
15
PATATINE Croc Canyon PATA
gr 50
 
2
16
PATATINE PATA
gr 50
 
2
17
KINDER CEREALI FERRERO
gr 23,5
 
2
18
FIESTA FERRERO
gr 40
 
2
19
MARS
gr 40
 
2
20
KINDER DELICE FERRERO
gr 42
 
2
21
BOUNTY
gr 29
 
2
22
DUPLO FERRERO
gr 26
 
2
23
TRONKY FERRERO
gr 18
 
2
24
CONF. BISCOTTI BAIOCCHI MULINO BIANCO
gr 56
 
2

Marche dei prodotti dei distributori automatici di Snack, Patatine, Biscotti, Bibite:
Bauli, Ferrero, Saiwa, Vicenzi, Mulino Bianco, Fonzies, Pavesi, Twix, Bounty, Mars, Cameo, Balocco, Loacker, M&M’s, Novi, Nestlè, Estathè, Star, Lipton, Perfetti, Zuegg, Yoga, Derby, Levissima, Ferrarelle, Boario, Norda, Sant’Anna, San Benedetto, Sant’ Antonio, Vera.
Caffè: Illy, Lavazza, Mauro, Kimbo, Ristora,  Hag(per decaffeinato).
Patatine: San Carlo, Pata.
Coca Cola, Fanta, Sprite, Recoaro, Crodo, San Pellegrino.

 
N.B. IL PREZZO INDICATO VALE  SIA PER PAGAMENTO A MONETA CHE PER PAGAMENTO A CHIAVETTA MAGNETICA.
In caso di mancata erogazione dei prodotti o malfunzionamento dei distributori, il Gestore dovrà provvedere al rimborso del denaro.
 
                                                                                   Firma e timbro per accettazione

 

AllegatoDimensione
Pianta dei locali.pdf106.77 KB

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer